È il momento dell’Home Restaurant Hotel: l’incrocio perfetto tra il Social Travelling e il Social Eating.

Unisce le cene social, gli ingredienti fatti in casa e la possibilità di prenotare una lussuosa camera all’interno di un palazzo del ‘700

Home restaurant, che passione! L’Italia accoglie con piacere la nuova frontiera e, come spesso accade, Firenze si scopre pioniera. Nella città di Dante, infatti, ha visto la luce il primo home restaurant che è anche bed&breakfast: Home Restaurant Hotel. Che offre un nuovo modo di accogliere il cliente, che viene coccolato in tutti i momenti clou della giornata e che può godersi lo splendido centro storico della città (la struttura si trova proprio in centro). Il progetto è nato dalla voglia di utilizzare il web per organizzare cene tematiche – e questa è la concezione dell’home restaurant – ma senza lasciare poi l’ospite in strada. Ecco quindi l’idea di affiancare il b&b per dare anche la camera e la prima colazione a chi si trova a Firenze per una vacanza o, chissà, per lavoro. Internet, e i social in particolare, sono il veicolo per incontrarsi e promuovere la cena che si sogna da tempo; in più, il sito web di nuova generazione dove è possibile prenotare il tavolo o una camera del b&b. L’Home Restaurant Hotel ha trovato l’incrocio perfetto tra la tradizione e l’innovazione, tra il social e la voglia di incontrarsi faccia a faccia davanti a tante cose buone. Il fondatore, il cuoco Gaetano Campolo, è in grado di far gustare le specialità tutte italiane della tradizione secolare nostrana, grazie a un’equipe di chef professionisti che utilizza ingredienti esclusivamente preparati in casa. Dopo la cena, in cui si potrà bere senza preoccuparsi del ritorno in auto, la possibilità di alloggiare in una delle lussuose camere, ospitate in un palazzo del ‘700. Anche in questo caso, si fondono la bellezza fiorentina e le nuove tecnologie. Tra affreschi e tetti a cassettoni, infatti, c’è l’arredamento moderno e funzionale con tanti accessori di alta tecnologia. Ogni stanza è predisposta con smart tv, iPad e consolle per i videogiochi. L’eccellenza sta, comunque, nella cucina dell’home restaurant ‘La boutique del gusto’. Lo chef condivide con tutti i commensali la passione e la cura per la qualità casereccia dei menu, che ogni settimana sono diversi. Un pranzo o una cena social, letteralmente. Siamo davvero alla nuova frontiera: calore familiare, cura per i dettagli, ma hotel che non ha nulla da invidiare a quelli stellati.

Home restaurant e temporary store, a Firenze il primo HR anche Bed and Breakfast 

La filosofia portata avanti dalla GC Resstaurant & Management è quella dell’unione tra Home Restaurant, l’ultima tendenza in fatto di degustazione della cucina casalinga, basata sul social eating, la condivisione di un pasto cucinato in casa.
L’unione tra un ospitalità di qualità e una buona cucina casalinga ma ricercata. Pensata per fare degustare, specialmente ai clienti stranieri, le specialità della cucina Locale e a KM 0.
Il modello ha funzionato, sulla scia della costante crescita del numero di turisti nelle principali mete turistiche Italiane, infatti gia dopo pochi mesi di attività si sono creati I presupposti per avviare l’App che permetterà a chiunque di utilizzare il nostro modello, il nostro marchio e tanti servizi offerti.
Ma l’avventura del giovane imprenditore è solo all’inizio: è già in cantiere l’apertura di due nuove sedi a Roma e Venezia nel 2016 e sempre nel corso del prossimo anno si vorrebbe lanciare il Franchising. L’obiettivo del fondatore Gaetano Campolo è quello di fare crescere un nuovo modo di fare ospitalità, affermando che  

“Home restaurant Hotel racchiude tutto l’amore e la passione che negli anni ho maturato, all`interno dell’home restaurant hotel, inserendo servizi che ormai I classici Bed and Breakfast ed alcuni Hotel hanno perso, riusciamo a fare concorrenza alle classiche strutture ricttive lavorando con dedizione ogni giorno.  Il Turismo ad oggi è uno dei più grandi mercati del nostro Paese, l`Italia e` un Paese meraviglioso ed il turismo non dovrebbe limitarsi a città come Firenze Roma e Venezia ma si dovrebbe lavorare per aprire le frontiere anche e sopratutto al Sud Italia, costruendo una rete di trasporti e collegamenti che ad oggi sono il vero grande Fallimento di tutto il Mezzogiorno”.

INNOVAZIONE-PRIMO HOME RESTAURANT HOTEL AL MONDO A FIRENZE. Dal 2017 si può scaricare l’App con HrH disponibili in tutta Italia, possibilità di Franchising a costo Zero

Al centro storico di Firenze ha aperto le sue porte l’ Home Restaurant diella GC Management del giovane imprenditore di Reggio Calabria, Gaetano Campolo. Si tratta di un nuovo modo di concepire l’ospitalità unendo il fenomeno, in rapida crescita nel nostro paese, dell’home restaurant, all’ospitalità di un accogliente b&b di nuova concezione. Un progetto incentrato sull’uso del web per organizzare cene tematiche o per ospitare chi si trova a Firenze per una vacanza. Attraverso i social ci si incontra e si promuovo le cene e attraverso un sito web di nuova generazione è possibile prenotare un tavolo o una camera del b&b.L’obiettivo e quello di trovare un sodalizio ideale tra tradizione e innovazione, tra il mondo dei social e il piacere di stare assieme davanti a una tavola imbadita. Quello che il giovane fondatore, il cuoco Gaetano Campolo, propone agli ospiti dell’Home Restaurant Hotel, è la possibilità di gustare i piatti della tradizione gastronomica Italiana preparati in casa con ingredienti di qualità rivisitati da chef professionisti.In più sarà possibile alloggiare direttamente in una delle lussuose camere dello splendido palazzo del ‘700 in cui si trova il b&b al centro storico di Firenze. L’intento di unire storia e tecnologia si ritrova nello stile del b&b dove, tra gli affreschi e i tetti a cassettoni, troviamo un arredamento moderno e funzionale e tanti accessori hi-tech. Ogni stanza, infatti, è dotata di smart TV, iPad e Consolle per i videogiochi.Un progetto incentrato sull’uso del web per organizzare cene tematiche o per ospitare chi si trova a Firenze per una vacanza. Attraverso i social ci si incontra e si promuovo le cene e attraverso un sito web di nuova generazione è possibile prenotare un tavolo o una camera del b&b.L’obiettivo e quello di trovare un sodalizio ideale tra tradizione e innovazione, tra il mondo dei social e il piacere di stare assieme davanti a una tavola imbadita. Quello che il giovane fondatore, il cuoco Gaetano Campolo, propone agli ospiti dell’Home Restaurant Hotel, è la possibilità di gustare i piatti della tradizione gastronomica Italiana preparati in casa con ingredienti di qualità rivisitati da chef professionisti. In più sarà possibile alloggiare direttamente in una delle lussuose camere dello splendido palazzo del ‘700 in cui si trova il b&b al centro storico di Firenze. L’intento di unire storia e tecnologia si ritrova nello stile del b&b dove, tra gli affreschi e i tetti a cassettoni, troviamo un arredamento moderno e funzionale e tanti accessori hi-tech. Ogni stanza, infatti, è dotata di smart TV, iPad e Consolle per i videogiochi. Ma il vero fiore all’occhiello rimane la buona cucina proposta nell’Home Restaurant “La boutique del Gusto”. Non si tratta di un semplice pranzo o una cena, ma di un vero e proprio evento sociale, in cui lo chef condivide con i commensali la passione e la cura per la qualità “casereccia” dei menu che cambiano settimanalmente. Il focus di l’home restaurant hotel è quello di dare agli ospiti che vorranno provarlo il calore dell’aria familiare e l’attenzione ai dettagli in cucina e nell’ospitalità che può darti un hotel stellato.

Proposta di legge anticostituzionale che distrugge lo Sviluppo Economico del Nostro Bel Paese, mentre l’UE chiede agli Stati Membri di incentivarli e agevolarli.

Sono Gaetano Campolo Amministratore Unico della GC restaurant & management srl scrivo a nome di Home restaurant Hotel una Start up ideata, come sapete, dalla mia Società e finalizzata a Firenze in centro storico con marchio brevettato al Ministero dello Sviluppo Economico, dove DUE anni fa ho iniziato a offrire il servizio sia di Affittacamere sia di Home Restaurant, ottenendo risultati eccellenti, effettuando tutte le ricevute fiscali e pagamenti con carte bancomat e di credito quindi non è conocorrenza sleale come dicono, perché ciò che sta succedendo all’interno delle aule del Parlamento è veramente vergognoso e senza alcun dubbio DISTRUGGE lo Sviluppo Economico della Sharing Economy.
Nonostante tutto l’Ue crede nella sharing economy e invita gli Stati membri a favorirne lo sviluppo, quale contributo importante alla crescita e all’occupazione, la Camera dei Deputati ha deciso qualche giorno fa non solo di mettere dei paletti, ma di stroncarne la crescita.
GC RESTAURANT & MANAGEMENT ha già pronta la piattaforma online (APP) che si chiamerà HrH e sarà la prima piattaforma che dara’ la possibilità dell’affitto di una camera abbinata all’Home Restaurant, e chiunque potrà iscriversi sia per viaggiare, ma soprattutto per fare Business ad esempio con la Stanza del figlio che ormai studia fuori oppure tramite il circuito HrH e con la GC management possiamo consegnare in tutta Europa in franchising a costo 0. Questa nuova forma di Ospitalità potrebbe quindi non solo far aumentare i Budget Familiari ma puo anche servire a sconfiggere il 20-30% di disoccupazione e soprattutto aumentare la l’offerta per esempio in Meridione facilitando e agevolando aperture di Hr, HrH, case vacanza e B&B.
Invece il Governo Italiano, ricordiamo sempre non eletto ha deciso, il giorno prima delle elezioni Americane, che
“Il provvedimento vieta anche di sommare il social eating al servizio di affittacamere che prevede la destinazione di unità immobiliari a uso abitativo (AirbnB, HRH ad esempio) ad attività turistico-ricettive in forma non imprenditoriale. “Il rischio è che diventino un secondo lavoro, magari in nero – aggiunge Senaldi -. Per questo il testo di legge vieta ai Bed & Breakfast di praticare attività di home restaurant”.
Fonte il Sole 24 Ore

Un provvedimento che rappresenta un ulteriore passo verso la chiusura nei confronti di questa promettente attività di sharing economy. L’obbligo di registrazione sulle piattaforme web e quello di acquisire pagamenti solo in forma elettronica impedirà l’85% delle nuove aperture. Nessuno potrà avviare un home restaurant, promuoversi con il passaparola o con un proprio sito web.
Le mie domande sono:
Come può il Ministero dello Sviluppo Economico dare un brevetto per poi fare una legge che ne vieta i servizi in Italia mentre il Parlamento Europeo dichiara di agevolarli?
E’ possibile che la SEGRETERIA DEL MINISTRO mi risponde che è mortificata, non sapevano nulla, ma perdono la mia email che io ho salvata come inviata e consegnata?
E’ possibile che la SEGRETERIA PARLAMENTARE DEL PD ancora non è riuscita a darmi una spiegazione valida sul perche bloccare lo Sviluppo Economico?
E’ Possibile che un Partito Giovane e Innovativo come quello di Renzi rappresentato a REGGIO CALABRIA DA UN SINDACO GIOVANE COME FALCOMATA’ E IL GIOVANE ANTONIO CASTORINA CHE HA ANCHE FATTO PARTE DEL DIPARTIMENTO NAZIONALE DEL PARTITO NON HANNO VISTO NE I GIORNALI LOCALI CHE HANNO LANCIATO IL PRODOTTO, NE LA LETTERA PER IL MIRAMARE, NE I TAG CHE HO FATTO A CASTORINA SU FACEBOOK SIANO INVISIBILI?
“Gaetano Campolo, che ha registrato il marchio Home Restaurant Hotel, per la sua attività nel centro storico di Firenze (72mila euro investiti) in cui abbina l’affitto delle camere e l’home restaurant, attende spiegazioni. La speranza è riposta in una pronuncia dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, prima che la legge arrivi in aula per il voto finale.”
Fonte il Sole 24 Ore.

SE CHIEDO SPIEGAZIONI MI RIVOLGO PRINCIPALMENTE ALLE ISTITUZIONI LOCALI, IN QUANTO NON CAPIRE QUANTO UN PROGETTO SIA INNOVATIVO E IMPORTANTE E’ SINTOMO DI CATTIVA GESTIONE POLITICA E AMMINISTRATIVA IN QUANTO SI POSSONO OTTENERE VOTI E CONSENSI MA SI RISCHIA SENZA LUNGIMIRANZA, IN QUESTO CASO A POCO TEMPO DAL MANDATO, DI FARE DANNO ALLA SOCIETA E ALLO SVILUPPO CHE SIA UN PAESE O CHE SIA UNA PICCOLA CITTA COME LA NOSTRA.
SAREBBE STATO DOVEROSO DA PARTE DI UNA GIOVANE AMMINISTRAZIONE COME QUELLA DI REGGIO CALABRIA NEI CONFRONTI DI UN GIOVANE IMPRENDITORE REGGINO ESSERE PORTATI ALL’ATTENZIONE DEI CAPI PARTITO NAZIONALI E INVECE SI PENSA A FARE IL PONTE SULLO STRETTO E SELFIE DA SPOT ELETTORALE.
DIRE DI NO AL REFERENDUM DOPO QUESTA NOTIZA, PRESA DI POSIZIONE E ARROGANZA CONTRO IL NOSTRO FUTURO E’ SENZA DUBBIO NORMALE, COME SAREBBE NORMALE DARE LA POSSIBILITA A CHI E’PROPRIETARIO DI UN IMMOBILE DI SFRUTTARLO COME VUOLE PROPRIO IN VIRTU DELLE TASSE CHE SI PAGANO E DELLA DISOCCUPAZIONE CHE SENZA QUESTE FORME INNOVATIVE FARA’ FATICA A DIMUNIRE.