Home restaurant Hotel Marchio brevettato. Cos’è la Proprietà Intellettuale? 

Fonte Wikipedia 

Con proprietà intellettuale si indica l’apparato di principi giuridici che mirano a tutelare i frutti dell’inventiva e dell’ingegno umano; sulla base di questi principi, la legge attribuisce a creatori e inventori un vero e proprio monopolio nello sfruttamento delle loro creazioni/invenzioni e pone nelle loro mani alcuni strumenti legali per tutelarsi da eventuali abusi da parte di soggetti non autorizzati.


Diritti della Proprietà Intellettuale 
Sono “pacchetti” di diritti esclusivi legati alle varie forme di espressione della conoscenza, delle idee e delle opere artistiche. La moderna proprietà intellettuale include tre principali aree:

brevetti (proteggono le nuove idee)
marchi depositati (proteggono i simboli finalizzati a distinguere le varie aziende)

diritto d’autore (protegge le espressioni artistiche).

La Definìzione Tradizionale

Il termine “proprietà intellettuale” sembra risalire all’Ottocento; infatti, l’Accademia dei Georgofili ne discuteva già nel 1865. 

Tradizionalmente, la dicitura “proprietà intellettuale” indica un sistema di tutela giuridica dei beni immateriali che hanno una sempre maggiore rilevanza economica: ci si riferisce cioè ai frutti dell’attività creativa/inventiva umana come ad esempio le opere artistiche e letterarie, le invenzioni industriali e i modelli di utilità, il design, i marchi. Quindi, al concetto di proprietà intellettuale fanno capo le tre grandi aree del diritto d’autore, del diritto dei brevetti e del diritto dei marchi.