Sharing economy oggi, baratto ieri

Chi ha provato la Sharing economy? Molte persone la stanno usando, senza quasi accorgersene.

Se provassimo a spiegare la Sharing economy a un over 80 troveremo delle difficoltà solo a fargli capire il nome. Mentre il concetto base sarebbe scontato per lui, un baratto. In tempo di guerra si è sempre diviso tutto tra le famiglie dello stesso paese, non c’era un reale guadagno in denaro, chi dava un passaggio per la città riceveva in cambio degli indumenti usati per i figli più piccoli, chi dava una mano per i lavoretti di ristrutturazione della casa riceveva in cambio una parte del raccolto della campagna. Questa era la Sharing economy di ieri paragonata a quella attuale. 

Naturalmente oggi è molto più semplice mettere in pratica questo tipo di economia, nell’era degli smartphone e delle app abbiamo la possibilità di condividere un viaggio da Milano a Roma dividendo le spese del carburante con la tanto sponsorizzata app “bla bla car”, prenotare una cena o una suite a casa di sconosciuti con la nuova app HrH con ” contribuendo con pochi euro, lo scambio di capi di abbigliamento usati iscrivendosi nei tanti gruppi presenti nei suoi social network oppure uno scambio equo di servizi tra due persone con diverse necessità, possiamo quindi definire tale movimentazione una versione avanzata del vecchio baratto, più veloce, più variegata e ovviamente più vasta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...